2 ottobre 2015

Nuovo abbonamento per minori di 26 anni!

Da ottobre di quest'anno, se hai meno di 26 anni puoi richiedere (o sostituire) la tua tarjeta de transporte público con la nuova dal costo di soli 20 euro e che permette di viaggiare sulla rete della Metro, Cercanías e bus EMT senza limitazione di zona. Ti consiglio di farla appena possibile anche se le code in questi giorni sono lunghissime.
Abono joven
Come indicato in questo mio precedente post, è possibile richiederla sia i centri presenti in alcune stazioni della metro (con cita previa) o in alcune tabaccheria (estancos) senza cita previa. Verifica in questo documento dove puoi trovare il centro o la tabaccheria più vicina e ricordati che dovrai portare con te questi documenti:
  • Una fotografia recente a colori nel formato passaporto (eccetto se ti rechi presso un centro della metro dove te la faranno al momento)
  • Fotocopia del DNI, passaporto, carta d'identità o permesso di residenza. Attenzione, il documento deve avere una foto di riconoscimento e quindi non è valido il documento che ti rilasciano per il NIE.
Solo nel caso che decidi di recarti in una tabaccheria, dovrai riempire anche questo documento (entrambe le pagine).

Per maggiori dettagli, accedi a questi link ufficiali:
- FAQ

12 settembre 2015

Rapido elenco di consigli pratici

Visto che in questo periodo per mancanza di tempo non riesco ad aggiornare come vorrei il blog, ti faccio un breve riassunto alla domanda che ultimamente ho ricevuto da molti italiani, di cui puoi trovare maggiori dettagli nel resto del blog:
"Ho voglia di trasferirmi a Madrid. Di cosa ho bisogno?"
Sarò schematico e suddivido in due parti i miei consigli, cominciando da

Cosa mettere in valigia prima di partire.
  • Un buon livello di spagnolo: almeno orale. Un B1 già dovrebbe essere sufficiente. Se il tuo livello di spagnolo non è buonissimo e vuoi migliorarlo senza spendere nulla (o quasi), ti consiglio un tandem linguistico anche on-line via Skype, qui chiamato "intercambio de idiomas", usando questi siti di Tus Clases Particulares o Lingo Bongo. Mentre per dei corsi a pagamento con insegnanti private, i cuoi prezzi sono generalmente contenuti, dai un'occhiata qua. Per verificare il tuo livello puoi utilizzare questi link del Cervantes, che sono i test di preparazione dell'esame ufficiale.
  • Un curriculum tradotto in spagnolo ed un profilo in inglese su Linkedin
  • Un lavoro, o almeno aver tentato la ricerca dall'Italia, ad esempio attraverso questi InfoJobs o Indeed o utilizzando una delle App attualmente più famose chiamata Job and Talent (Tieni bene a mente che la percentuale (ufficiale) della disoccupazione è mentre scrivo al 25%)
  • Un tetto dove vivere i primi giorni: In questo caso la scelta dipende da tanti fattori, sopratutto economici. Se vieni qui avendo già un contratto di lavoro firmato, puoi cercare direttamente un appartamento attraverso questi portali web, En Alquiler o Idealista Per le zone dove cercare dai un'occhiata al questo mio post. Altrimenti potresti optare per stare una decina di giorni in hostal, come ad esempio il Cat's Hostal o pensare di affittare una stanza (indipendente) in un appartamento. Per cercare una stanza, oltre che i due portali che ti ho indicato, prova anche su  MilAnuncios o su LingoBongo in questa sezione. Nel caso di scegliere per una stanza in affitto, sconsiglio assolutamente di inviare soldi ad affittuari spagnoli, ma di consegnarli di persona al momento dell'arrivo. I prezzi variano da zona a zona, ma generalmente con circa 200/300 euro al mese si trovano buone opportunità.
  • Contatta con gli italiani che vivono qui. Oltre a questo blog, ce ne se sono chiaramente tantissimi altri e numerose pagine su Facebook. Ti consiglio queste "Gli italiani a madrid - lavoro, le amicizie, le discussioni sull'italia", "Italiani da Madrid ai dintorni" e "Italiani a Madrid".
  • La presa della corrente. E' un dettaglio chiaramente. Ma venire qui e trovare che la presa non funziona e quindi ad esempio non poter ricaricare il cellulare o il portatile, può risultare all'inizio un problema. Evita quindi di andare in giro per Madrid il primo giorno alla ricera di un riduttore (che probabilmente nemmeno troverai) e portane uno dall'Italia, perchè qui le prese non prevedono la "terra" (hanno cioè solo due poli) 
  • Carta di credito e bancomat: Il bancomat generalmente non viene accettato, perchè non presenta il nome ed il cognome del titolare del conto bancario. Procurati una carta di credito prepagata (meglio Visa) che presenti questa caratteristica oppure dovrai prelevare con il bancomat da qui.
  • Dall'aeroporto al centro città. E' possibile arrivare in centro con il bus, la metro, il treno (Cercanias) o il taxi. Per maggiori dettagli sui mezzi di trasporto dai un'occhiata a questo mio post. Dall'aeroporto il costo si aggira più o meno sui 5 euro perchè viene applicato comunque un supplemento, eccetto il taxi che costa 30 euro (tariffa fissa per tutte le destinazioni verso/da il centro città). Se atterri al T4 durante la giornata e prima delle 23, è preferibile prendere il treno che ti porta in centro. Altrimenti la metro o il bus giallo. In quest'ultimo caso il biglietto si compra solo sul bus. Costa 5 euro (l'autista non ti darà il cambio e non potrai comprare il biglietto se ti presenti con banconote da 20 euro in su per comprare un solo biglietto) e ferma, tra le altre stazioni, ad Atocha e Cibeles.

Quando sei qui (senza un lavoro)
  • Cominciare a cercare lavoro. Sembra banale come suggerimento, ma in un paese dove la disoccupazione è così alta, non puoi perdere un solo giorno facendo turismo. Cerca nel tuo settore o per iniziare, anche in altri che potrebbero essere meno gratificanti. Per come affrontare un colloquio di lavoro dai un'occhiata a questo mio post, mentre per le questioni strettamente burocratiche consiglio di leggere quest'altro post. Perchè il fatto di essere cittadini italiani non ci garantisce automaticamente gli stessi identici diritti che abbiamo in Italia. In particolare senza un contratto di lavoro non potrai ricevere il documento necessario (NIE) per accedere agli servizi, tipo quello sanitario.
  • A proposito di documenti: appena arrivi devi richiedere il cosidetto empadronamiento (o padrón municipal) che non è il NIE ma esclusivamente il documento che attesta che hai un domicilio dove vivere e viene rilasciato dalle OAC (Oficinas de Atención al Ciudadanos), mentre il NIE lo rilascia presso un posto di polizia. Tutte le informazioni sui documenti da portare le trovi su questo sito web istituzionale sede.madrid.es e su questo mio post.
  • Compra una scheda telefonica. Mentre per schede di tipo "contratto" è necessario possedere il NIE (vedi punto precedente), per le schede prepagate è sufficiente un documento di riconoscimento italiano. Meglio la carta di identità o passaporto, perchè non sempre la patente è accettata. Ci sono moltissimi gestori telefonici (la Spagna è il primo o il secondo paese europeo per utilizzo di smartphone e connessione internet ad alta velocità) e quindi troverai moltissime tariffe diverse che sarebbe impossibile elencare qui. Generalmente si paga una quota (ad esempio 10 euro) che è una sorta di credito che ti permette di avere connessione internet e viene scalato dal costo della chiamata. A questo link trovi i maggiori gestori telefonici spagnoli. Ricordati... porta con te uno smartphone "libero" per poterci installare una scheda.
  • Migliora il tuo spagnolo. A meno che tu non lo abbia studiato già in Italia ed il tuo livello sia un C1/C2, organizzati per migliorarlo già dal primo giorno. Unisciti a gruppi di intercambio di lingue che puoi trovare nei link che ho indicato in alto. Ce ne sono tantissimi e molto frequentati. Alcuni anche troppo, per i miei gusti. O se il tuo budget ti permette di investire 10/20 euro a settimana, vai a scuola da un professore privato (clases particulares) o cerca un'accademia di lingue.
  • Abbonamento mezzi di trasporto: Se pensi di viaggiare spesso in metro e sugli autobus, compra un carnet da 10 viaggi. E' un biglietto che si acquista presso le stazioni della metro e che costa 12 euro. E' simile al biglietto di corsa semplice, ma ti permette di risparmiare, visto che il costo minimo per un viaggio è di 1 euro e 20 cent ed il massimo...dipende dalla stazione di destinazione. Lo puoi usare sia sulla metro che sugli autobus azzurri (EMT), ma non te lo perdere perchè non è rimborsabile. Per muoverti meglio ti consiglio la app "Madrid Metro|Bus|Cercanias" e ricordati di rispettare le regole che probabilmente in Italia non usi, come indicato in questo mio post.

Per le altre informazioni e per maggiori dettagli, fai riferimento alle altre pagine del blog o alle pagine Facebook che ti ho indicato.

In bocca al lupo...anzi, suerte!




15 maggio 2015

Burocrazia (aggiornamenti)

Questo post va a integrare e sostituire le informazioni presenti su quest'altro.

Empadronamiento (o Padrón Municipal)
Cos'è? E' il documento che attesta che sei domiciliato in Spagna ed in particolare a Madrid.
Come indicato sulla web istituzionale del comune di Madrid sede.madrid.es cercando la parola "empadronamiento", l'appuntamento deve essere preso di persona (via posta ordinaria lo sconsiglio) usando questo link e selezionando le opzioni nel seguente modo:
  • Tipo de servicio: Atención al ciudadano
  • Gestión: Padron
  • Oficina: Scegli la tua più vicina (ad esempio OAC - Tetuan)
  • L'ora per l'appuntamento
nella schermata seguente alla voce di menù "Tipo documento" inserire "pasaporte" ed il numero. Se hai solo la carta di identità, inserisci il numero lasciando inalterata l'opzione "pasaporte".
Quando ti recherai presso l'ufficio dell'OAC (oficina de atención al ciudadano) porta con te, già fotocopiati,
  • Documento personale (carta d'identità o passaporto. Non è accettata la patente)
  • Documento che attesta che vivi presso dove stai per dichiararlo. Ad esempio contratto di affitto e bollette della luce, gas, acqua, telefono fisso. Puoi anche empadronarte a casa di un tuo conoscente senza che tu risulti come affittuario. La persona che ti "empadrona" deve dimostrare a sua volta che vive/è empadronato nell'appartamento, anche se solo in affitto. Quest'ultimo per dimostrarlo deve apportare il contratto d'affitto e le bollette della luce, gas, acqua, telefono fisso.
  • Documento della richiesta di empadronamiento. Il pdf da riempire si  scarica a questo link  
Richiedi il volante de empadronamiento se non te lo daranno loro.

NIE

Aggiornamento importante
La normativa spagnola prevede la possibilità di stipulare "provvisoriamente" (ovvero prima di ricevere il NIE che andrà poi in sostituzione) un contratto con il proprio documento di identità, richiedendo lo "status" di "non residente". Essenziale comunque richiedere l'iscrizione al Sistema Sanitario Nazionale spagnolo, recandosi dove indicato nei seguenti paragrafi con i documenti indicati. Ci si può recare presso
Comisaria General de Extranjería y Fronteras
C/San Felipe 7 y 9 - metro Tetuan
Dalle 9 alle 14.

Nel frattempo, queste sono le informazioni ufficiali che, tra l'altro, anche l'ambasciata italiana conferma (via citofono, perchè non si degna di riceve...)

Cos'è il NIE: è il Numero de Identidad de Extranjero, senza il quale non potrai effettuare nessun tramite burocratico. Vediamo perchè. Rispetto a qualche tempo fa la procedura per richiedere il NIE  è diventata molto complesso, probabilmente in maniera voluta da parte dell'attuale governo che pochi anni fa l'ha modificata.
Vediamo perchè.
Per poter richiedere il NIE occorre:
NOTA IMPORTANTE:
Le informazioni ufficiali che riassumero in seguito in italiano, fanno riferimento all'unico link ufficiale de la Secreteria General de Inmigración.

1) Passaporto o Carta d'Identità in vigore
2) Opzione A -> Contratto di lavoro o copia dello stesso che garantisca che tu lavorerai presso la tua nuova ditta.
2) Opzione B -> Garantire una quantità economica che ti permetta di vivere qui, più un'assicurazione di malattia privata spagnola o modello s1 rilasciato dalla ASL italiana. La garanzia economica può essere dimostrata anche da un estratto conto italiano. Mentre il modello S1 lo rilasciano dall'Italia e ci vuole parecchio tempo. Io consiglio di farti una assicurazione sanitaria di una trentina di euro al mese presso MAPFRE o un'altra compagnia appena arrivi in Spagna.
3) Documento EX-18 debitamente compilato. (link documento)
4) Volante de empadronamiento.
Nota: Tutta la documentazione in originale va fotocopiata in duplice copia. Loro non prestano questo tipo di servizio.

Perchè è complicato (ma non impossibile)?
- Perchè quasi nessun datore di lavoro ti consegnerà una copia di un contratto di lavoro, a meno che in casi eccezionali. Il datore di lavoro stipulerà un contratto se tu sei in regola, ovvero se hai assegnato il NIE e il codice della Seguridad Social. Però...se per avere il NIE debbo presentare un contratto e se per avere un contratto debbo presentare il NIE?
- Perchè la richiesta dell'appuntamento può tardare anche un mese e mezzo! Quindi se ad esempio trovi un lavoro ma non hai il NIE, probabilmente il tuo datore di lavoro non ti aspetta un mese e mezzo per farti il contratto. Quindi consiglio di prendere appuntamento prima di partire dall'Italia.
- Perchè senza NIE in molti casi non è possibile stipulare un contratto di affitto, e quindi non poter richiedere l'empadronamento etc etc...

Per prendere appuntamento utilizzare  questo link, scegliere la provincia "MADRID" e poi "CERTIFICADO UE"
L'appuntamento sarà presso Avenida Padre Piquer, 18 (Metro Campamento).
Occorre pagare circa 10€  per un modello che ti daranno loro appena ti presenterai alla reception, che potrai pagare subito presso il Banco di Santander posto distante.
In questo link è spiegato nei dettagli quello che ho appena accennato e con la "storia" del NIE. 
Nota: "Per quanto riguarda il contratto di lavoro e il conto corrente, al datore di lavoro serve il conto corrente per la nomina, quindi in teoria ci sono 30 giorni di tempo per poter aggiornare quel dato" (cit.)

Centro de Salud e tarjeta sanitaria
Iscriversi ad un centro de Salud e richiedere quindi la tarjeta sanitaria è necessario per usufruire dell'assistenza sanitaria pubblica spagnola. Al momento della richiesta ti assegnano il medico di famiglia (medico de cabecera) secondo la fascia oraria che scegli.
Tarjeta sanitaria
Il medico si può eventualmente cambiare ma è indispensabile, nel caso di lavorare come dipendente, per chiedere eventuali certificati medici per malattia e chiaramente per usufruire del pronto soccorso o di un ricovero ospedaliero (la tessera italiana o la europea non è valida - si paga l'assistenza - per chi risiede da più di 6 mesi). L'appuntamento per la visita presso il proprio medico si può richiedere per teléfono o via web.

Quali sono i passi da seguire?
1. Pedir cita previa per darse de alta en la Seguridad Social e recarsi presso uno di questi centri presenti in questo link. Il numero da chiamare per chiedere l'appuntamento è uno di quelli indicati nella sezione "Centro urbanos" oppure al 901106570
2. Occorre portare con se tutta la documentazione, compreso il NIE. Senza il quale non sarà possibile fare il tramite.
3. Recarsi con tutta documentazione presso il Centro de Salud più vicino al proprio domicilio. Qui l'elenco.

Una volta rilasciata troverai nel retro due nomi. Quello del medico e quello dell'infermiere/a.
Nota: la tarjeta sanitaria è valida solo per la Comunidad di Madrid e cambierai di residenza presso un'altra regione/Comunidad dovrai fartene rilasciare un'altra valida per la nuova comunità di residenza.

Conto bancario
Per aprire un conto in banca c'è bisogno del NIE anche se (pare) che alcun istituto di credito permette di aprirlo anche con il proprio documento italiano. Esiste, ma ancora non so i dettagli, il NIE provvisorio che vale però esclusivamente per aprire un conto in banca o per stipulare un contratto di affitto.
Si può richiedere presso
Comisaria General de Extranjería y Fronteras
C/San Felipe 7 y 9 - metro Tetuan
Dalle 9 alle 14.

Abbonamento mezzi pubblici
Rispetto al post precedente, aggiungo che si può richiedere la tessera anche presso alcune tabaccherie in centro e quindi evitare la coda e la prenotazione presso i centri abilitati della metro. Le tabaccherie che conosco si trovano a Tribunal e Legazpi. Ricordati di portare una foto tessera e una copia del NIE e del passaporto/carta di identità.

L'abbonamento della metro e autobus vale anche per il Cercanias, mentre il contrario, ovvero il mensile da 30 euro per i treni che vale però solo per due corse giornaliere, non vale per la metro.
Per la metro esistono gli abbonamenti da 10 viaggi (è un biglietto simile a quello normale) che si compra solo nelle stazioni e che consente di risparmiare parecchio, visto che ora la tariffa della metro dipende dal tragitto da effettuare. In questo link tutte le informazioni dettagliate per quel che riguarda gli abbonamenti della metro.
 
Esistono poi gli abbonamenti turistici da 3, 5 o 7 giorni. Per i giorni previsti da ciascun biglietto puoi viaggiare su metro e autobus ed inoltre include il supplemento di 3€ da pagare per l'aereoporto nel caso decidi di usare la metro per arrivarci. L'autobus "giallo" che parte da Atocha costa 5€ (non incluso nell'abbonamento turistico) e funziona le 24 ore, qui gli orari.
Tra le apps consiglio
- Madrid Metro|Bus|Cercanias
- Moovit

Patente di guida
Importante! Grazie alla segnalazione di un contatto sul gruppo Facebook "Italiani a Madrid e dintorni" aggiorno questo paragrafo che presentava un errore.
Dopo 6 mesi di residenza in Spagna (quindi dal momento della richiesta/rilascio del NIE) è obbligatorio sia per i cittadini comunitari che extracomunitari, cambiare (canjear) la patente di guida con quella spagnola.

Il "canje" (cambio) della patente italiana a quella spagnola è necessario solo per chi risiede da più di sei mesi in Spagna ma solo in caso di furto, smarrimento o se è in scadenza.  Infatti gli unici cittadini comunitari che sono obbligati a cambiarla comunque, sono quelli la cui patente non prevede una scadenza, quindi ad esempio i francesi o i tedeschi, come riportato nel link ufficiale della DGT:
Esto será obligatorio para todos aquellos residentes comunitarios con residencia legal en España, obtenida el 19 de enero de 2013 o antes, y que sean titulares de un permiso de conducir con vigencia indefinida o superior a 15 años para permisos del Grupo 1 (AM, A1, A2, A, B Y BE), o un plazo superior a 5 años para permisos del Grupo 2 (BTP, C1 y BE). También obligatorio para todos aquellos residentes legales que tengan la autorización caducada o próximo a caducar. 
Solo in caso di perdita o furto, lo stato italiano non si occuperà di fornire nessun duplicato del documento, come indicato in questa mail che mi arrivò tempo fa in risposta ad una mia richiesta di chiarimenti
si informa che sono in corso importanti modifiche normative e legislative in materia di patenti di guida europee. In questo momento si suggerisce per informazioni di rivolgersi direttamente alle Autorità spagnole (Jefatura Provincial de Tráfico). Ad ogni utile fine, si fa presente che gli Uffici Consolari che si trovano in uno degli Stati appartenenti all’Unione Europea non rilasciano né rinnovano patenti di guida. Tale compito è affidato da molti anni alle Autorità dello Stato membro.
Le invio il link relativo alle patenti di guida pubblicato sul nostro sito:

Dove va richiesta?
La DGT è la nostra Motorizzazione Civile ed è qui che va richiesta. L'appuntamento va richiesto a questo link oppure chiamando lo 060.
La sede di Madrid si trova in Calle arturo Soria 143, 1^ piano, uffici Área exclusiva para canjes comunitarios.
Ricordati di prendere comunque il numeretto quando arrivi, anche se hai effettuato la prenotazione via internet.

Cosa occorre portare?
Copia ed originale di tutti i documenti (NIE, Patente italiana - se in scadenza -, passaporto/carta di identità) più una foto tessera nel formato 32 x 26. Nel link che ho indicato sopra, ricordano di portare anche delle dichiarazioni firmate, ma a me non hanno chiesto nulla. Nel caso di furto o smarrimento, aggiungi copia ed originale della denuncia effettuata presso la Policia Nacional (attenzione! La denuncia non va fatta presso la Policia Municipal nè presso la Guardia Civil).

I tempi
Nel mio caso ho aspettato 3 settimane perchè mi avevano rubato la patente (e nemmeno una vecchia copia della patente era valida), ma potrebbero ritardare meno in caso di presentare la patente originale. Comunque non ti rilasceranno la patente spagnola nello stesso giorno. Quindi dovrai tornare dopo circa tre settimane, durante le quali le due amministrazioni comunicheranno tra di loro per verificare la validità della tua patente. 
In effetti ad oggi le comunicazioni dati sono molto lente...
Consiglio di prendere l'appuntamento alla fine della terza settimana o dopo, visto che nessuno ti garantisce se la comunicazione ha dato buon esito e potresti perdere un'altra mezza giornata. Magari di lavoro.

Documento provvisorio
Al secondo appuntamento ti rilasceranno un documento che attesta che puoi guidare, che è un foglio senza foto e senza la data in cui hai ricevuto la patente, e che vale solo in territorio spagnolo e quindi ad esempio non in Italia.
Considera inoltre che se devi affittare un'auto, potrebbero farti storie nel caso gli anni di anzianità rientrino nella prenotazione o nelle condizioni dell'assicurazione della compagnia che te l'affitta. Esperienza personale da non ripetere....

Dove ti arriva la patente?
La patente ti arriva a casa. Se l'indirizzo che fornisci è incorretto, dovrai tornare alla DGT, quindi controlla bene quando lo comunichi.

Costo
Circa 23 euro. Non si può pagare in contanti ma solo con carta di credito/debito e solo allo sportello fisico.

Sempre al secondo appuntamento ti chiederanno se vorrai prolungare la scadenza, effettuando una visita medica specifica. Ad esempio. Siamo nel 2015 e la patente ti scade nel 2019, se accetti di prolungarla sarà fino al 2025. 
Questo però allungherà un poco i tempi della consegna della patente.
Con la patente spagnola, puoi viaggiare in tutti gli stati. Anche in Italia ;)
Un'ultima cosa. Io avevo solo la patente B da validare, quindi non so come funziona per gli altri tipi di patente, ma credo che la procedura sia sempre la stessa e va effettuata solo una volta.

Iscrizione alle liste di disoccupazione  (Paro - INEM)
Nel caso che tu sia stato licenziato ti consiglio (ma non è obbligatorio, come spiego più avanti)  di iscriversi all'INEM, i nostri corrispondenti centri per l'impiego, anche nel caso di non usufruire del sussidio di disoccupazione.
Da qualche anno sono cambiate le regole per il calcolo dei mesi che spettano ogni tot-mesi di lavoro, e quindi non so dirti esattamente dopo quanto tempo puoi usufruire del sussidio, il cui tetto massimo mensile non supera comunque i 1070 euro (circa).
Tutte queste informazioni te le forniranno comunque al momento di presentarsi all'INEM, dopo aver appunto preso appuntamento via web
I tempi di attesa sono generalmente brevi e durante la prenotazione potrai comunque scegliere il giorno e l'ora dell'appuntamento.
Presentati qualche minuto prima e controlla nella lista appesa nella sala d'attesa il tuo numero che verrà confermato da un dispositivo luminoso o dalla persona, generalmente una guardia di sicurezza, che si trova lì.
Normalmente andrai in due uffici separati.
Uno per presentare tutte gli incartamenti per richiedere il sussidio e uno dove ti rilasceranno la tarjeta de demanda de empleo.
Tra i documenti da portare, oltre chiaramente al Certificado de Empradonamento (il NIE) ed al passaporto/carta di indentità, occorre farsi rilasciare dalla propria ditta il certificado de impresa. Finora me l'hanno sempre rilasciato al momento del licenziamento.
Al momento di presentare la richiesta ti diranno che valuteranno se concederti il sussidio, che dipenderà da quanto tempo hai lavorato e da quanto era il tuo stipendio mensile. Te lo comunicheranno per posta ordinaria, generalmente dopo una decina di giorni, oppure potrai vederlo direttamente accedendo con la login/password che ti consegneranno al momento della richiesta, per accedere al sito internet della amministrazione pubblica.

Tarjeta Demanda Empleo
Dopo aver effettuato questa comunicazione, passerai a richiedere la tarjeta de demanda de empleo nella stessa sede dell'INEM dove ti sei recato. Infatti senza questa comunicazione, le procedure per il sussidio non verranno inoltrate.
La tarjeta è in realtà un foglio dove c'è il promemoria delle date in cui dovrai presentarti al centroa dell'impiego e comunicare che ancora non hai trovato lavoro (loro ti metteranno il sello/timbro).  Questo foglio inoltre è utile nel caso dovrai dimostrare che non stai lavorando. Il sello va effettutato ogni tre mesi ed è obbligatorio pena la perdita dell'assegno di disoccupazione.  Si può eseguire anche qui  online (Trabajador/Servicios Telématico demanda/acceso al servicio - Occorre registrarsi previamente), ma io ho sempre preferito andare di persona. Non occorre chiedere l'appuntamento ma basta recarsi dalle 9 alle 10 del giorno indicato nel foglio.
Alcune considerazioni:
- Il sussidio di disoccupazione viene pagato intorno al giorno 10 di ogni mese ed il primo assegno sarà calcolato in base ai giorni non lavorati del mese in cui sei stato licenziato.
- Il sussidio è di fatto uno stipendio e quindi rientra nella dichiarazione dei redditi dell'anno successivo sempre se nell'anno corrente hai avuto almeno un altro pagatore (ad esempio la tua precedente impresa).
- Se prevedi di viaggiare all'estero per periodi più lunghi di una settimana, devi comunicarlo. Anche in questo caso non occorre chiedere l'appuntamento ma presentarsi direttamente nell'ufficio INEM.
- Se il giorno in cui dovrai presentarti per timbrare la tarjeta ti trovi in un'altra città spagnola, puoi recarti comunque all'ufficio dell'INEM dove ti trovi momentaneamente ed effettuare la stessa procedura che avresti effettuato nella città dove risiedi.
- Potrebbero chiamarti per offrirti un lavoro relativo al tuo profilo. Non so dirti se è obbligatorio accettare (pena l'annullamento del sussidio) o se invece è una semplice formalità quella di presentarti nella sede dell'INEM. Meglio verificare come funziona.
- Una volta richiesto il sussidio, questo annulla l'accumulo sui precedenti eventuali periodi e al successivo contratto si conteggia di nuovo. Ad esempio: Hai lavorato un tot di mesi ed hai diritto ad 1 anno di sussidio a 1070 euro al mese. Dopo averne usufruito per 3 mesi, trovi lavoro. Lavori per un tempo in cui si accumulano 4 mesi sempre a 1070 euro al mese ( questo dipende però dal tuo stipendio). Ti licenziano di nuovo. I mesi di sussidio NON saranno 12 ma 8 oppure 4. Sceglieranno automaticamente loro il migliore tra quelli che hai e che tu potrai accettare (silenzio-assenso) o cambiare.
Quindi puoi valutare se iscriverti o meno se pensi che troverai un lavoro a breve. C'è però un tempo limite oltre il quale non avrai comunque diritto al sussidio, ma non so quale sia.
- Esiste la possibilità di richiedere tutte le mensilità che ti rimangono di sussidio, presentando un tuo progetto imprenditoriale. Non so però molto su quali siano le condizioni.
- Se ti licenzi non puoi richiedere il sussidio a meno che non hai trovato un nuovo lavoro e il contratto dura almeno per 1 mese. In quel caso ti verrà assegnato l'ultimo periodo o uno dei precedenti che hai accumulato. 
Nota: Visti i casi di falsi contratti, i controlli ora sono più puntuali e per un contratto di solo un mese potrebbero farti storie.

Sconti:
Ci sono sconti per l'accesso a los polideportivos municipales (piscine, palestre, etc...). Il costo è di 1,50€ valido solo fino alle 14 e solo durante i giorni feriali (esclusi quindi anche i festivi). Per accedere c'è bisogno di una tessera che, se già ce l'hai, è simile a quella dell'abbonamento per entrare alle stesse strutture. Questa però è provvista di foto ma non serve portarne una, perchè loro faranno la scansione di quella del tuo passaporto/carta di identità. 
Quindi, non mi stancherò mai di ricordarlo, per noi comunitari l'unico documento valido è il passaporto o la carta di indentità. Patente (anche spagnola) non è valida, nemmeno per richiedere questa tessera. Ricordati di portare la tarjeta de demanda de empleo, ovvero il foglio che attesta che sei disoccupato. Loro registreranno i dati e trascorsi i tre mesi dal giorno successivo ad una delle scadenze, dovrai presentare il sello/timbro dell'INEM per usufruire di questi servizi agevolati.
Altri sconti sono previsti per accesso ai musei, a corsi di aggiornamento, etc.
Devo verificare se esistono anche per l'abbonamento ai trasporti pubblici.

Declaracion de la Renta
Ogni anno, prima del 30 giugno occorre presentare la dichiazione dei redditi se hai avuto almeno due "pagatori" (il sussidio di disoccupazione conta come 1 di questi) nell'anno 2014 e se superi il minimo oltre i quale è obbligatorio presentare la "declaracion de la renta" (non so a quanto ammonti il "minimo").
Ti dovrebbe essere arrivato el borrador durante il mese di aprile e puoi eventualmente accettarlo, senza quindi recarti in hacienda. Puoi farlo online.

Sia la prenotazione che l'accetazione va fatta qui
Nel calcolo va scontata una parte dell'affitto e per farlo va recuperata la referencia catastal che si può trovare a questo link. Puoi comunque chiederla al tuo padrone di casa o direttamente in hacienda.
Non è detto che dovrai pagare le tasse. In alcuni casi potrebbero rimborsati quello che il datore di lavoro ha pagato in più nell'anno precedente.
Questo in caso che hai lavorato come dipendenti nel 2014, mentre se eravate a Partita IVA o hai lavorato un periodo in Italia ed un periodo in Spagna, credo sia meglio recarsi presso una asesoria.